È morto Stan Lee, il titano del fumetto

Stan Lee si è spento a 95 anni a Los Angeles ma tranquilli, questo non sarà il solito coccodrillo. Sono le 22:30 mentre scrivo con la testa ferma a pensare che l’anno prossimo vedrò il suo ultimo cameo, il suo ultimo momento di meravigliosa comic relief mentre gli eroi preferiti di 4 generazioni danno battaglia al male supremo.
Questo doveva essere un articolo sui nuovi siti missilistici che Kim Jong Un, il supremo leader della Korea del Nord, sta costruendo o ha costruito mentre stringeva la mano al Presidente Trump promettendo la denuclearizzazione. Questo infatti è un blog sull’America, i suoi affari interni ed esteri ma soprattutto sul suo modo di vivere e di influenzare il resto del mondo. Sta sera però leggerete non di missili e presidenti beffati ma di un vero supereroe del tempo moderno. La sua vita la raccontano bene sia il New York Times che Repubblica, raccontano dei personaggi che ha creato e delle loro avventure, del lavoro alla Timely Comics e della fondazione della Marvel Comics insieme a nomi del calibro di Jack Kirby, co-creatore dei fantastici 4, e Steve Ditko, il disegnatore di Spider Man. Io voglio raccontare di quei ragazzi speciali creati insieme a Kirby nel ’63 che il mondo conosce come gli X-men. Degli adolescenti nati diversi e pericolosi usati per raccontare un’America divisa nel pieno delle lotte antisegregazioniste che nel 1964 hanno portato all’abolizione della separazione tra bianchi e neri in tutti gli stati. Un fumetto che raccontava della crescita, della diversità e della discriminazione, di chi voleva lottare per farsi sentire e chi per farsi accettare, un ritratto coloratissimo della gioventù di ieri e di oggi.
È così che voglio ricordare Stan Lee, non per i soliti cameo che tutti conosciamo, ma per aver regalato al fumetto una profondità che spesso viene dimenticata e che, fortunatamente, stiamo iniziando a riscoprire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...